ferromodellista

io e i miei trenini

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
E-mail Stampa
Indice
Matisa VM500 SAB
Telaio
Carrozzeria
Arredo interno
Gru e piani di lavoro
Carrello folle
Motorizzazione
Prova di montaggio
coloritura
Assemblaggio
Finita
Tutte le pagine

Motorizzazione
A parte ho acquistato il kit per la motorizzazione. Un motore FAULHABER passo 10,5 mm completo di volano, trasmissione con giunto cardanico, carrello motore in fotoincisione di ottone con supporto (da montare), vite senza fine completa di bronzine in ottone, ingranaggi in ottone calettati su assi, boccole in ottone per asse ruote, basette di fissaggio lamelle di contatto, per due carrelli (captazione corrente su otto ruote), viti per fissaggio carter motore.


Gli elementi che compongono il carrello


Staccato il pezzo, prima di piegarlo, ho saldato le due basette isolanti dall’interno del carrello ATTENZIONE nel 1° disegno tav. A il pezzo 3M è disegnato con le incisioni per la piegatura in alto, mentre vanno in basso. Le basette hanno su un lato due striscine di rame e sull’altro una, nelle istruzioni non è specificato come vanno applicate; io ho messo quella singola all’esterno.


Poi ho fissato le lamelle prendi-corrente alle basette.


Ho iniziato la piegatura


Il carrello con gli sportellini ancora da piegare

 


Ho chiuso gli sportelli, ma consiglio di non saldarli ancora, questo agevolerà il posizionamento degli ingranaggi.


La vite senza fine con il suo supporto prima del montaggio


Dopo il montaggio.


Vista da soto con la sola ruota dentata centrale


Le ruote con gli ingranaggi prima del montaggio.


Dopo il montaggio. Occorre solo fare attenzione a montare le boccole nel verso giusto. Controllare che nei fori dove ruotano i perni non ci siano bave e nel caso eliminarle. Fare anche attenzione a mettere le boccole con il lato più spesso verso l’interno del telaio.


Ho inserito le ruote con gli ingranaggi. Bisogna accertarsi che ruotino bene e che girando la vite senza fine ci sia un movimento regolare delle ruote


La piegatura del carter saldando nelle apposite sedi i dadini per il fissaggio al carrello


Il carter montato. Ho anche tagliato le lamelle prendi corrente stando attento che ci sia contatto con le ruote


Alle lamelle ho saldato i fili


Ho fissato le microfusioni dei copriruote al carter


La piegatura del supporto per il motore


Ho fissato al telaio il motore con il suo supporto. L'ho collegato alla vite senza fine che darà movimento alle ruote. Ho collegato i fili al motore e anche al carrello folle.
A questo punto il telaio della Matisa può essere provato sui binari e se tutto è stato fatto corettamente deve funzionare.

 



 

Cerca

Chi è online

 35 visitatori online