ferromodellista

io e i miei trenini

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

corbellini TT - Il telaio

E-mail Stampa PDF
Indice
corbellini TT
Il telaio
La cassa
Il tetto
Sale
Finita
Tutte le pagine

 

IL TELAIO:


Il telaio non presenta difficoltà.
Qui vediamo la parte superiore appena staccata, le lettere A e B indicano il posizionamento della cassa, anche se è intuitivo data la presenza del WC. Le linee in 1/2 incisione sono fatte per accogliere le pareti divisorie del vestibolo centrale e dal Wc.



Lo stesso  pezzo visto da sotto.
Oltre alle linee di piega, ci sono due rettangoli in 1/2 incisione che serviranno per posizionare correttamente i pezzi che sosterranno le sale.


La piegatura dei laterali.


E delle testate.


Visto da sotto.


Le lamelle del vestibolo ripiegate verso l'interno e saldate.
La tiranteria, da posizionare sotto al telaio, sarà un po' condizionata dall'inserimento dei timoni di allontanamento e quindi realizzata solo parzialmente.


Per comodità l'ho anche divisa in due parti uguali da posizionare ai lati del vestibolo.
Questo è uno dei pezzi.


Lo stesso pezzo con le alette che accoglieranno i tiranti ripiegate in alto e indicate dalle frecce.


Due tiranti: a destra con i pezzi ancora separati, a sinistra con i due pezzi assemblati.


Il tirante inserito nelle linguelle di tenuta.


Tutta la tiranteria montata.

La versione da me scelta era a due assi.
Utilizzando assili già montati reperiti in commercio, ho dovuto realizzare la struttura portante.


A sinistra la struttura portante ancora attaccata alla lastrina, a destra i due pezzi che vanno applicati sopra la struttura per ricreare i volumi esistenti.


Le parti assemblate. in basso a sinistra si vedono le boccole formate da una serie di strati saldati.


La parte di ammortizzazione comprendente le balestre è un po' complessa, qui si vedono i tre strati che andranno sovrapposti.


I tre strati saldati uno sull'altro.


La fascetta centrale che lega le balestre l'ho ripiegata verso il basso.


Gli anelli che devono essere inseriti sull'apposita impronta,


Posizionati gli annelli ho imitato le molle con una serie di dischetti di vario diametro infilati sul perno appositamente predisposto.


Il pezzo completato in ogni sua parte.


Entrambe i porta assali finiti.


Fissato nell'apposita impronta sotto al telaio.


La struttura per sostenere i ceppi dei freni prima e dopo il suo assemblaggio.


Applicata nella corretta posizione.


Le casse per le batterie sono in un pezzo unico che basta piegare e saldare.


Tranne l'ultima, le saldature è bene farle all'interno.


Chiuse


Per il loro sostegno, nella realtà, ci sono delle staffe che qui vanno inserite nelle apposite scanalature.


Eccole montate.


Applicate sotto al telaio. La parte superiore non ha altra funzione che tenerle basse a sufficienza perché spuntino correttamente.

Per le casse doppie si procede allo stesso modo.

La presa rec femmina appena staccata dalla lastrina, si compone di vari strati che vanno saldati in modo che rimanga un forellino al centrodove inserire un filo 0.2 mm.mentre sulle estremità devono essere posizionati i pezzi con le parti in rilievo.


La presa rec femmina finita


Ho realizzato anche le due bombole che si trovano nel sotto cassa, sono di diversa dimensione, ma il procedimento di esecuzione è lo stesso.
Le fascette di sostegno sono già ricavate sul lato esterno della bombola.


Per l'arrotolamento ho fissato un nastro adesivo come da foto.


Dopo averlo capovolto mio sono servito della parte finale di una punta da trapano del 5 per arrotolarglielo attorno.


Con un po' di stagno l'ho saldato. A destra le due bombole finite.



 

Cerca

Chi è online

 52 visitatori online