ferromodellista

io e i miei trenini

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Indice
Il plastico modulare scala N
La stazione
I binari
I marciapiedi
Il sottopassaggio
Il corpo centrale
Gli uffici
Il vecchio magazzino
Il piazzale
La zona a valle
Il campo da tennis
L'ex dazio
Tutte le pagine

Il piazzale:



La linea che scende dai Giovi, poco prima della stazione,devia a sinistra ed entra in un piazzale dove si dirama in 4 binari morti (una volta erano 5, ma del quinto é rimasto solo lo scambio che si vede a sinistra). A fianco del 4° c'é un piano di carico rialzato e una baracchetta in lamiera. Questo modulo che sto realizzando, a monte, si interrompe in coincidenza con la biforcazione dello scambio.

Nel piazzale ci sono una serie di binari morti che terminano con dei fermacarri fatti con rotaie.
Avevo provato a realizzare i fermacarri con la rotaia del binario codice 55 usato per l'armamento, ma risultavano sproporzionati. Poi l'amico Enzo Fortuna, mi ha regalato un binario codice 40, un vero gioiellino. Ho ricavato degli spezzoni di rotaia della giusta lunghezza e mi sono ritagliato le piastre di fissaggio da dei pezzi di alpacca.


Per avere una giusta inclinazione in tutti i fermacarri e tenere fermi i pezzi nella posizione corretta per saldarli, mi sono costruito delle rudimentali dime in legno, semplici, ma che hanno assolto egregiamente al loro compito.

alt
I componenti di un fermacarri saldati e a destra colorati.


L'invecchiamento con macchie di ruggine ottenute usando dei colori a olio (giallo e ocra per la parte esterna più chiara e terra di Siena bruciata per l'interno scuro).

alt
Per fissare i pezzi verticali del fermacarri nella giusta posizione rispetto alle rotaie e il traverso all'altezza dei respingenti, ho usato un binario con fissati degli spessori e trattenuto tutto con dei becchi.


Il fermacarri del binario morto interno alla stazione fissato al suo posto (la massicciata non é ancora sistemata).


Vista frontale


I fermacarri del piazzale sono talmente trascurati che appaiono totalmente arrugginiti.


Vista laterale della parte terminale dei binari morti.


Una vista dall'alto. Si può notare come, in questo modulo, sia raffigurata solo la parte terminale dei binari morti, la parte che si dirama dalla linea dei Giovi farà parte del modulo con i ponti.

Sulla sinistra (guardando da monte) a fianco dell'ultimo binario, c'é un piano di carico rialzato in muratura e a fianco, una baracchetta in lamiera. Avevo da tempo nel cassetto una piccola lastrina in alpacca acquistata da Fine Scale Munchen e mi é sembrata l'occasione giusta per utilizzarla. Per la verità non é proprio uguale a quella vera, il modello é in lamiera ondulata e l'originale in lamiera liscia, ma sarà una di quelle "licenze poetiche" che avevo dichiarato mi sarei preso.


I pezzi staccati dalla lastrina.


Le pareti saldate, il tetto fissato e verniciata prima dell'invecchiamento.


La baracchetta sistemata nel piazzale a fianco del piano di carico e fissata a una base di cemento.


Vista dal lato opposto


Vista da dietro


Altra vista da dietro.



 

Cerca

Chi è online

 17 visitatori online