ferromodellista

io e i miei trenini

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

VFaccs (carro pietrisco)

E-mail Stampa PDF

VFaccs scala N


Carro VFaccs in sosta a Chiavari.

Qui di seguito ci sono le varie fasi di montaggio della lastrina che Nino Rizzo Borrello ha realizzato per i soci ASN.
La sequenza fotografica appare non omogenea perché ci sono foto fatte su modelli diversi durante l'elaborazione del carro.

N.B. su alcuni pezzi ci sono incise le lettere F e M. F significa che va posizionato  dal lato del freno, mentre M sta per lato manovratore.

 

LA LASTRINA DEL CARRO:


La lastrina con i pezzi numerati.

ELENCO PEZZI:

Pezzo 1: staffa supporto per carrelli
Pezzo 2: predellino di salita
Pezzo 3: terrazzini
Pezzo 4: ringhiera lato freno
Pezzo 4bis: ringhiera lato freno
Pezzo 5: griglia tasca portado cumenti
Pezzo 6: supporti per passaggioleveraggio comando scarichi
Pezzo 7: scalini interno cassa
Pezzo 8: ringhiera lato freno
Pezzo 9: ringhiera lato manovratore
Pezzo 10: tettoia protezione compressori
Pezzo 11: leve comando scarichi
Pezzo 12: ancorette di sollevamento
Pezzo 13: divisorio interno scarico pietrisco
Pezzo 14: ringhiera inferiore e montante terrazzini
Pezzo 15: divisorio scarichi esterni pietrisco
Pezzo 16: struttura portante scarichi esterni
Pezzo 17: pianale
Pezzo 18: testata cassa con scalini
Pezzo 18bis: testata cassa senza scalini
Pezzo 19: fiancata cassa
Pezzo 19bis: fiancata cassa
Pezzo 20:leve comando scarichi
Pezzo 22: dima per il posizionamento degli scalini (assente nella lastrina definitiva)

LASTRINA TRAVI:

PEZZO 17: telaio


Il telaio staccato dalla lastrina.


Ho piegato il bordo a 90° seguendo le linee di piega. Rimangono delle fessure, impossibili da eliminare in fase di realizzazione della lastrina, che poi verranno chiuse con stagno o stucco per metalli.


Una vista dall'interno prima di dare qualche punto di brasatura per irrobustire il pezzo piegato.

Pezzo 2: predellino di salita


Il predellino nelle varie fasi: appena staccato, con il predellino basso piegato, con tutti e due i predellini piegati, fissato al pianale. E' bene dare un punto di stagno dove i predellini sono stati piegati. In quello alto si può dare sotto e se lo stagno usato é pochissimo non si nota, mentre in quello basso l'ho dato dietro.

Pezzo 12: ancorette


Un'ancoretta aperta, una piegata e una brasata nella sua asola.

 

PEZZO 18: testate


Le due testate, a sinistra quella con gli scalini (lato manovratore) a destra quella lato freno.

 

 

 


La parte superiore va piegata verso l’interno di 90° (controllare con l’incisione corrispondente all’interno della fiancata ) la parte inferiore si piega verso l’esterno in modo che risulti verticale.


A questo punto si montano all’esterno delle testate le travi di rinforzo che si trovano sulla lastrina piccola, prima quelle verticali


e poi quelle orizzontali. Prestare attenzione al particolare che le travi verticali hanno un verso : all’esterno deve essere posizionato il lato con il bordo in rilievo.


Si salda dall’interno della testata e si fresa l’eccedenza in modo che il piano interno risulti liscio. Questa operazione, nella testata lato manovratore, va fatta prima di fissare gli scalini interni che, se montati, impedirebbero la fresatura.

Pezzo 7: scalini interni manutenzione cassa

 

 


Io li ho saldati.

Pezzo 19 fiancate cassa:

ATTENZIONE: nelle istruzioni é scritto che per prima cosa si devono fissare i rinforzi superiori, nell'ultima versione questi supporti sono un tutt'uno con le travi e quindi non c'é nessun rinforzo da fissare.


Le fiancate staccate dalla lastrina e le travi di rinforzo.


Sulla parte interna delle travi si passa un sottile strato di stagno facendo attenzione a non chiudere le parti in mezza incisione in cui si dovranno inserire le ringhiere.


Si posizionano le travi ben centrate allineando perfettamente il bordo superiore, si tiene il tutto ben stretto con pinze a stringere e con il saldatore a fiamma si scaldano le travi sino a che si saldano alla fiancata.

 


Le travi brasate sulle fiancate e la cassa montata sul telaio. Si vede che le lamelle sotto, ancora da fissare, sono staccate dallo scivolo.
Ora si può fissare sulle testate, in alto, il raddoppio del bordo.

ATTENZIONE: Non dimenticarsi di stuccare o riempire di stagno e lisciare le lettere incise all'interno della cassa.

 

Pezzo 5: retina tasca porta documenti

 


Io, qui, le ho saldate, ma si rischia di "imbrattare" di stagno la retina.
Conviene incollarle per ultime dopo aver magari colorato il fondo di bianco la sede sulla fiancata ( pezzo 19) .

PEZZO 16: portella per la fuoriuscita del pietrisco.


A sinistra il pezzo appena staccato dalla lastrina. Al centro la prima piega porta le estremità in alto di 90°. A destra le linguelle laterali vengono piegate in basso di 90°.
Ora, si possono rinforzare le pieghe con una leggera brasatura.

 


La struttura dello scivolo viene inserita sotto al pianale, facendo combaciare le linguelle con le apposite asole (puntini rossi).
Ora si brasano e poi si fresano con un platorello o una limetta.


Al pezzo 16, prima di fissarlo al pianale, sono stati aggiunti gli scivoli esterni (pezzo 15).

 

Pezzo 13: scivolo interno centrale

 


Sul fondo della cassa c'é uno scivolo che indirizza il pietrisco verso l'apertura. Dopo averlo piegato e rese ortogonali le lamelle, si inseriscono nelle asole e si brasano da sotto.


L'interno della cassa. Dopo aver fissato lo scivolo si brasano nelle apposite asole i due traversi di rinforzo.
In questa vista dall'alto si vede come le travi delle fiancate e i rinforzi delle testate, sopra siano stati ripianati con il riempimento di stagno e poi con una passata di platorello.


Quindi, da sotto, le ho brasate ben unite. Qui si vedono anche le saldature degli scivoli esterni.


Finora non avevo piegato il pezzo del telaio che porterà i respingenti. Ho preferito farlo ora per il timore che si potesse daneggiare maneggiando il modello.
Ho piegato in basso il porta respingenti e contropiegato verso l'alyo la maniglia sottostante. Dall'interno ho rinforzato il pezzo con un punto di stagno.

Pezzo 10: tettoia di protezione dei compressori.


La tettoia, che é posta dal lato freno per proteggere i compressori lì posti, ancora da piegare.


Il montaggio, come si vede, é semplicissimo, basta piegarne i laterali.


Inseriti i montanti verticali nei fori che sono sul pianale, si salda da sotto.

Pezzo 4: ringhiera laterale lato freno


Le due ringhiere si differenziano per avere le tacche di piega invertite.


Vanno inserite nell'apposito foro e le due barre orizzontali si incastrano negli spazi appositi tra le travi e la fiancata del carro.

Pezzo 8: ringhiera di testa lato freno


La ringhiera di testa, lato freno, necessita di una rotazione di 90° delle barre centrali.


La ringhiera montata sul carro.

Pezzo 3: terrazzini vedetta manovratore.

 


Un terrazzino ancora da piegare.
E’ importante seguire la sequenza delle pieghe. Per prima eseguire quella della ringhiera lato cassa ( è quella opposta alla scaletta), poi la ringhiera interna .Saldarle subito dall’interno per irrobustire la struttura. Piegare la ringhiera interna e saldarla, infine, piegare nel senso opposto la scaletta.

 


Il terrazzino montato seguendo le linee di piega.

 


I montanti che in alto vanno a contatto con la parte superiore del cassone sono da regolare in lunghezza e, se necessario, accorciarli. Le ringhiere che sporgono lateralmente si infilano negli spazi che ci sono tra le travature esterne e la cassa e si fissano ( va bene anche l’Attack ). Alla struttura così ottenuta manca però ancora un particolare, una gamba. Il pezzo 14 serve appunto a creare il particolare mancante fissandolo al poggia piede e infilandolo sotto nel pianale ; esternamente la ringhiera deve essere fissata come quella superiore.

 


Anche il secondo terrazzino é montato.

Pezzo 11: leve scarico pietrisco


Lo scarico del pietrisco avviene tramite l'apertura di scivoli che sono comandati manualmente con leve.

Pezzo 9: ringhiera lato manovratore


Non ci sono particolari problemi, basta inserire la ringhiera nelle apposite asole e brasarla da sotto.

Pezzo 7: scalini interno cassa

 

Pezzo 1: staffa supporto carrelli


Si piegano a 90° le estremità


Internamente alla C formata, nel foro centrale, si brasa la vite fornita in dotazione. E’ importante che la vite sia ben ortogonale alla staffa e che la brasatura sia robusta per non correre il rischio che possa staccarsi a lavoro ultimato con le conseguenze ben immaginabili. E’ anche consigliabile rinforzare con una goccia di stagno l'interno delle pieghe.

 


A questo punto si infila la staffa nelle asole del pianale e si brasa da sotto; questo passaggio può essere fatto subito o in seguito, se si fa subito le viti sporgenti possono essere usate per tenere il modello con le pinze di una terza mano per il prosieguo del lavoro, se si fa alla fine si può appoggiare il modello in piano.

 

Il carro finito


Il carro finito. Sono stati inseriti i respingenti e i carrelli in microfusione di ottone comprendenti i ganci.

 

 

 

 

 

Cerca

Chi è online

 19 visitatori online