ferromodellista

io e i miei trenini

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Indice
E.633 tigre - scala N
La meccanica
Carrello
Motorizzazione
La cassa
I pantografi
Gli isolatori
Dettagli conclusivi
Finita
Tutte le pagine

I pantografi


Splendida foto di Giovanni Noli (g.c.) - tratta dal sito amicitreni - con il pantografo... ancora bello rosso. 

a) BASI 66
Piegare lungo le linee e saldare al disotto un dado MA1 per il fissaggio alla cassa.

Piegando prima i laterali, quando ho saldato il dado mi si è deformata la base grigliata, probabilmente è stata colpa mia. Siccome Mario è stato tanto accorto da mettere 3 basi l’ ho rifatta, ma questa volta ho saldato prima il dado nella sua sede e poi ho piegato le teste. Così facendo, la leggera pressione che ho esercitato per tenere il dado fermo e dritto ha agito sul pezzo (ancora piano) sul tavolo e non ha causato deformazioni.


La parte superiore della base con gli agganci per i bracci piegati.

b) BRACCI INFERIORI 70
Sono tutti uguali e previa piegatura e saldatura - per mantenerli a 90° - vanno assemblati alla base inserendo un tondino di rotazione di d. 0,5 che verrà poi tagliato e saldato sulle teste per evitare che si sfili.

Ho saldato gli angoli come indicato nelle istruzioni, facendo attenzione a non ostruire con lo stagno i fori che sono molto vicini. Uno si è leggermente stretto e l’ho riaperto usando uno spillo come alesatore.


ho collegato i bracci inferiori alla base con il tondino di rotazione da mm. 0,5

c) TIRANTI 69
Inserirli negli appositi fori sui bracci inferiori prima di saldare i tondini di rotazione.

Nella costruzione del pantografo per la E402A l’inserimento dei tiranti mi aveva creato tante difficoltà che stavo per rinunciare e acquistarli fatti. Ho pensato che non poteva essere normale e che dovevo trovare un sistema più pratico. La cosa complicata era quella di inserire il tirante nel foro che resta sotto al braccio e nascosto dal pezzo della base che lo affianca. Guardando bene ho capito che se avessi sfilato il tondino dal foro della base, ma tenendolo inserito nel braccio si poteva facilmente spostarlo quel tanto che permette di inserire il tirante. Fatto questo ho reinserito il tondino nel foro e il resto è stato facile. Sopra si vede il tondino di destra sfilato e tenuto fermo con le dita.


Il tirante é stato inserito


Ho rimesso a posto il tondino


Ho inserito il tirante anche nell'altro foro


Ho piegato le estremità dei tiranti perché non si sfilino dai fori lasciandole abbondanti  (le accorcerò in seguito). I tondini di rotazione li ho tagliati e saldati alla base facendo attenzione che i bracci inferiori non vengano bloccati e possano ruotare.

d) BRACCI SUPERIORI 70
vanno fissati agli inferiori tramite i prolungamenti esistenti da piegare.

Semplicemente si infilano nei corrispondenti fori dei bracci inferiori e si piegano

e) STRISCIANTE 68
I peduncoli centrali vanno piegati a 90° e infilati negli appositi fori sulla base dello strisciante 67.

Non ci sono particolari accorgimenti per questa operazione. Si può fare sia prima che dopo aver piegato lo strisciante 67, io l’ho fatto dopo per lavorare più liberamente sullo strisciante 67. Lo strisciante 68 va piegato come si vede nella foto dal vero.

f) BASE STRISCIANTE 67
vanno piegati a Z e saldati, poi vanno ripassati i fori che ospiteranno i bracci superiori.

La saldatura di questo pezzo richiede o po’ di attenzione per il pericolo di otturare i fori che ospiteranno i bracci superiori. Lo strisciante 68 va piegato come si vede nella foto dal vero.



Non resta che collegare i bracci superiori allo strisciante inserendo le estremità superiori negli appositi fori, piegarli, accorciarli  e il pantografo é finito. Ho stretto bene anche le parti dei bracci inferiori che avevo lasciate lunghe e le ho accorciate.Non resta che collegare i bracci superiori allo strisciante inserendo le estremità superiori negli appositi fori, piegarli, accorciarli  e il pantografo é finito. Ho stretto bene anche le parti dei bracci inferiori che avevo lasciate lunghe e le ho accorciate.


E’ molto bello, pulito, i profili sono sottili ed è stato facile montarlo, tutto merito di Mario che l’ha progettato ottimamente.



 

Cerca

Chi è online

 65 visitatori online